page contents

amore a prima vista (volpini italiani e altro)

21 feb 2018

Amicizia....e Pulizia di Primavera



E ad un certo punto della vita, diciamo dopo i cinquant’anni, come bambini venuti al mondo che improvvisamente aprono gli occhi, si prende consapevolezza dell’intorno. È come una giornata primaverile quando si aprono le finestre e l’aria frizzante irrompe portando freschezza e voglia di pulizia. Si per molti anni abbiamo sopportato situazioni e persone per quieto vivere, per rispetto, e per educazione abbiamo ingoiato rospi e… Ecco aria fresca! Vivere è meraviglioso, s’incontrano all’improvviso sconosciuti che hanno la grazia di regalarti conoscenza, esperienze mai immaginate, di donarti momenti preziosi. Questo può avvenire quando meno te li aspetti, durante un viaggio o prendendo un caffè al bar. A questo aggiungiamo i componenti della propria famiglia, hanno fatto un cammino parallelo al tuo, quando le strade si sono incontrate è nata una festa senza preavviso, la vicinanza è sempre gioiosa, il passato comune un piacere da ricordare, le somiglianze stanno lì a confermare un legame ancestrale. Ho il privilegio di avere un’amicizia del periodo della culla, altre del periodo dell’asilo e delle elementari. Di molti possiamo non condividere idee, opinioni, modo di vivere, gusti, ma sento profondo il legame di un’epoca irripetibile, siamo accomunati da un sincero affetto fanciullesco, quando i sentimenti erano innocenti e puri. Li sento compagni di vita anche perché abbiamo avuto la fortuna di frequentare una scuola innovativa, dove il rispetto tra noi era in cima ai valori. Si divideva e si compartiva tutto, senza differenza tra sessi, credo religioso o gusti personali. Il valore insindacabile era l’unità tra scolari, tutti conoscevano il proprio posto, anche se il gradino era stretto dovevamo entrarci insieme. Vi voglio un gran bene, ci siamo divertiti e siamo diventati adulti onesti, conosciamo il rispetto e la coerenza, siamo pronti a pagare. Bisogna imparare a far pulizia, anche di persone incrociate al lungo della vita, e con le quali abbiamo condiviso più momenti; la vicinanza di alcuni nuoce e fa danni perché l’essere bipede è tutt’altro che buono e spesso ci facciamo condizionare dall’apparenza. C’era il tuo affetto, il tuo tempo, la tua spalla, la tua sensibilità, contraccambiato con subdola indifferenza. Benvenuta Primavera!