page contents

amore a prima vista (volpini italiani e altro)

8 apr 2016

Relazione o matrimonio?


Della dimissione del ministro Guidi rimane la rappresentazione di quanto siano ormai diventate burlesche le relazioni sentimentali. Attraverso le intercettazioni telefoniche, per l’inchiesta sulla corruzione a Tempa Rossa, capiamo quali rapporti sussistevano tra la signora e il suo compagno. Intanto è divertente rileggere la lettera dell’ex ministro, inviata al Corriere della Sera il 2 aprile, nella quale presa carta e penna,  tra tante scrive di suo pugno: “la polemica nasce da una telefonata a colui che considero a tutti gli effetti mio marito”; non passa neanche una settimana e la signora cambia versione dichiarando di “non aver mai convissuto con il signore, sebbene abbia un figlio con lui, lo incontra ogni sette/quindici giorni, ed è da sola con la sua famiglia a provvedere a tutte le necessità del figlio”! Alzheimer fulminante? No, relazione come molte, nate non dall'amore ma da infatuazioni momentanee, avulse da sentimenti atti alla creazione di una comunione tra due persone. Per dirla in maniera colorita: è la differenza tra un pasto al Benoît Violier di Losanna e un fast-food di Monrovia. Quando si analizzano i fatti si deve tener conto delle eccezioni, però è sotto i nostri occhi, dal dopo guerra sono nate generazioni di uomini inadeguati e di donne fuori di
testa. All'inizio i genitori si sono preoccupati di dare benessere ai figli, crescendo una moltitudine di deresponsabilizzati. Con il passare degli anni è accresciuto il modello di una realtà fantasiosa, sobillata anche dalla pubblicità, ed è diventato un diritto procurarsi ogni sorta di bene materiale o sentimentale senza mettersi in gioco, nella completa insensibilità verso il prossimo.  Se non si è pronti a dare amore incondizionato, se c’è paura di legarsi per la vita, se manca il desiderio d’essere uniti e impegnarsi nella promessa “d’essere fedele in ogni circostanza, felice o avversa, nella buona o cattiva sorte e di amarti e rispettarti”, parafrasiamo: anziché mangiare nel ristorantino pulito e con cibo genuino, passeremo per vari fast-food, finendo prima o poi in quello della Liberia. Ragazzi tenetene conto, non seguite le orme di questi adulti adolescenti; indipendente dalle eventuali responsabilità del ministro, la peggior figura è quella davanti al proprio figlio.

http://www.basta-basta.com/2015/06/matrimonio.html
http://www.basta-basta.com/2015/05/quale-amore.html